Italia

Valli di Comacchio

Valli di Comacchio

Perché quest'evento è speciale?

Il delta padano è il paradiso italiano per migliaia di uccelli provenienti da tutta Europa, ed è qui che la natura tra terra e acqua ci avvolgerà con il suo fascino, dall’alba al tramonto. Passeggiando lentamente faremo Biowatching per osservare il mondo delle paludi e delle coste, per conoscere tanti uccelli, sia residenti sia migratori, che popolano la pianura salmastra. Distingueremo le sagome dei fenicotteri, i voli a bassa quota dei falchi di palude, il pigolio delle avocette e il passaggio di moltissimi altri uccelli che soggiornano nella laguna, un habitat ideale per nutrirsi e riprodursi. Si andrà poi alla scoperta delle spiagge, delle pinete, delle tracce di storia dell'intera zona.

 

L’Agriturismo Prato Pozzo

Saremo ospitati a Prato Pozzo, un luogo davvero affascinante. Non è solo un agriturismo molto accogliente dove gustare prodotti tipici locali, cucinati dalle sapienti mani di Stefano, e una fattoria didattica con cavalli, oche e altri animali da cortile liberi di muoversi ovunque, ma anche l’unica azienda all'interno del Parco Regionale del Delta del Po Emilia Romagna che ha sposato le proposte del Parco di attrezzare lo spazio esterno della propria struttura con specchi d’acqua, sentieri didattici, capanni e torretta di osservazione, allo scopo di proteggere la fauna e favorire la scoperta della natura.

Valli di Comacchio
  • MERCOLEDÌ 1

    Arrivo a Comacchio per le 13.00: appuntamento con i biowatchers nella piazza-parcheggio presso il Duomo di Comacchio.

    Dettagli

    Dopo il pranzo (libero), le guide di Natour condurranno i partecipanti verso Prato Pozzo passando lungo l'argine Agosta con sosta a Valle Zavelea. Prosecuzione per Prato Pozzo e sistemazione nelle camere. Appuntamento, poi, alle 17.00 per una passeggiata all'interno di Prato Pozzo per compiere una serie di osservazioni dai capanni con binocoli e cannocchiale e fare un breve addestramento per apprendere trucchi per riconoscere meglio i volatili. La sera, dopo cena, breve presentazione del biowatching e del programma.

    Foto di Milko Marchetti.

  • Valli di Comacchio
  • GIOVEDÌ 2

    Ci muoveremo sia a piedi sia in bicicletta lungo l’argine Reno, in direzione della penisola di Boscoforte, e poi verso i dossi di Valle Furlana e l’oasi di Voltascirocco, per esaminare la varietà delle specie acquatiche: fenicotteri, anatre, svassi, limicoli, gabbiani e sterne, tra cui i rari gabbiano roseo, gabbiano corallino, beccapesci e sterna zampenere.

    Dettagli

    Pranzo al sacco nell’area e rientro nel pomeriggio a Prato Pozzo, poi trasferimento in auto a Comacchio per conoscere la storia del sale e delle saline, visitando le vecchie vasche di coltura del sale oggi dismesse e naturalizzate. Poi ci recheremo al Museo delle culture umane che ospita, tra i vari reperti protostorici, romani e medievali, la nave romana ritrovata nel corso della bonifica delle valli attorno a Comacchio.

  • Valli di Comacchio
  • VENERDÌ 3

    Al mattino trasferimento in auto verso Foce Po di Volano, il Delta attuale del Po. Passeggiata nel Bosco della Mesola per osservare l’habitat forestale e apprendere i canti di molti passeriformi e osservare alcune specie di rapaci. Visita all’abbazia di Pomposa. Si raggiunge Gorino e, quindi, ci si imbarca per osservare gli uccelli della Sacca di Goro, grande laguna che ospita svassi, volpoche, gabbiani e sterne e nei cui canneti nidifica un'importante colonia di aironi rossi e il falco di palude.

    Dettagli

    Presso la foce del Po di Volano si potranno osservare le spiagge sabbiose che, reduci dall’inverno, si presentano in modo del tutto diverso da quando sono affollate di ombrelloni e persone. La passeggiata ci porterà sul bagnasciuga alla scoperta di un mondo sconosciuto: un’occasione per osservare i limicoli che popolano il litorale sabbioso, come il Voltapietre, il Piovanello tridattilo, il Gabbiano roseo. Rientro quindi a Prato Pozzo dalla strada Romea con sosta a Porto Garibaldi.

  • Valli di Comacchio
  • SABATO 4

    Nel trasferimento verso la Stazione Sud del Parco si incontra il Delta antico. Una prima sosta permette l’osservazione di un vero santuario per gli uccelli: Valle Mandriole dove, salendo su due torrette, a nord e a sud della palude d’acqua dolce, si possono osservare migliaia di uccelli, appartenenti a decine di specie diverse, tra cui quasi tutte le specie di aironi europei, spatola, mignattaio, marangone minore. Adiacente alla Valle Mandriole, merita una passeggiata a piedi il bosco allagato di Punte Alberete, dove, tra i salici e i frassini che spuntano dalle acque immobili, si possono osservare, anche da vicino, sgarza ciuffetto, nitticora, marangone minore e, con un po’ di fortuna, la rara moretta tabaccata o il fistione turco.

    Dettagli

    Il pomeriggio, attraversata la Pineta di San Vitale, ascoltando i canti delle molte specie di passeriformi che vi nidificano, e la bella bassura allagata del Pirottolo, si raggiunge la Pialassa della Baiona presso il Chiaro del Comune, dove sostano migliaia di uccelli: marangoni minori, fenicotteri, gabbiani e sterne, rare anatre come la canapiglia e il fistione turco e dove nidifica il grazioso e rarissimo mignattino piombato.

    Foto di Francesco Mezzatesta.

  • Valli di Comacchio
  • DOMENICA 5

    Da Prato Pozzo ci si sposta verso occidente per osservare il paesaggio delle casse di espansione dell’Idice e del Reno nei pressi di Argenta. Piacevole percorso tra valli e canali e poi un possibile extra: una breve navigazione tra i lamineti di ninfea bianca della grande palude d’acqua dolce di Val Campotto. Qui è possibile osservare da vicino molte specie di aironi, anatre, tra cui anche la rara moretta tabaccata, mignattini piombati ed ascoltare i canti dei molti passeriformi di canneto, tra i quali cannaiola, cannaiola verdognola, cannareccione.

    Dettagli

    Trasferimento al Centro visite in via Cardinala. Dopo il pranzo, visita a piedi a Valle Santa, tra canneti e stagni palustri in cui osservare ancora aironi, spatole, anatre di diverse specie.

    Foto di Francesco Mezzatesta.

  • Biowatching e natura
    5 giorni e 4 notti
  • 01/05/19
  • 05/05/19
  • Quota individuale di partecipazione: 420 €

    Sistemazione in singola 5 € al giorno: su richiesta a disponibilità limitata

    Quota per bambini da 4 a 11 anni: riduzione di € 50,00

     

    La quota comprende

    Il trattamento nell'agriturismo Prato Pozzo è pensione completa con quattro cene in struttura e quattro pranzi al sacco, inclusi nel prezzo.

    Numero di partecipanti: minimo 8, massimo 20 (variabile in funzione della disponibilità delle stanze. Il programma, inoltre, verrà attuato solo se sarà raggiunto il numero minimo di partecipanti).

    Prenotazioni fino a 15 giorni prima.

    Caparra del 25%.

    La rinuncia è possibile fino a 15 giorni prima dell'inizio del corso. Successive accettazioni su richiesta.

    Le visite saranno effettuate utilizzando automezzi propri, promuovendo il car sharing (cercando di aggregare le persone in caso di spazi disponibili in auto).

    La sera verranno proiettate immagini di biowatching e dei luoghi da visitare.

    A ogni partecipante verranno regalati i manuali Biowatching o Uccelli del Mediterraneo.

    Le escursioni descritte potrebbero subire variazioni in funzione del meteo e dell’andamento stagionale (per esempio, pioggia, nebbia, etc.).

    Le escursioni previste sono adatte alle famiglie con bambini di età consigliata superiore a 6 anni.

     

    La quota non comprende

    Spostamenti collettivi; noleggio di attrezzature; tutte le altre spese non previste.

    ———————————————————————————————-

    Condizioni di polizza assicurazione medico bagaglio      clicca qui

    Condizione di polizza annullamento viaggio           clicca qui

    Condizioni generali contratto di vendita          clicca qui

    Biowatcher

    Valli di Comacchio Francesco

    Agenzia Riferimento

    WWF TRAVEL

    Valli di Comacchio

    • Biowatching e natura
    • 5 giorni e 4 notti
    Terminata
  • 01/05/19
  • 05/05/19
  • Perchè viaggiare con noi?

    •  Per scoprire un nuovo modo di vivere la natura
    •  Per aiutare a tutelare la biodiversità dei luoghi
    • Per contribuire a un turismo locale sostenibile

    Valli di Comacchio