Italia

Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano

Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano

Perché questo weekend naturalistico è speciale?

Un trekking di tre giorni sull'Appennino Parmense tra le fioriture di quota e pascoli di cavalli bradi. Il percorso attraverserà uno degli angoli più suggestivi del Parco Regionale dei Cento Laghi, all'interno del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano, per scoprire i laghi ormai estinti di origine glaciale e le distese di primule e crocus che colorano le ultime lingue di neve.

Quattro laghi che riposano in conche incantate, questo è il regno dei tritoni, ma anche di volpi, lupi e rapaci notturni che ci culleranno durante la notte in un vero rifugio di montagna, una casetta di legno incastonata nei boschi sulla riva del lago. Incontreremo dimenticati cippi confinari, ghiaioni e morene glaciali per arrivare sulla cresta di crinale dove nelle giornate più limpide si gode di una vista sconfinata su tutta la Lunigiana fino al Golfo di La Spezia e il Mar Ligure. Attraversando boschi intricati ed antiche carbonaie, ci sposteremo nella valle vicina per osservare la maestosa Aquila reale che qui nidifica da anni. Ed ancora vette, torbiere e panorami da togliere il fiato per un rientro carico di bellezza e suggestioni appenniniche.

Foto di Benedetta Pasquali.

Un po' di storia

Le Corti di Monchio (Curtes Montium) divennero feudo del Vescovo di Parma sin prima dell’anno mille e rappresentarono un importante esempio di giurisdizione autonoma montanara comprendendo 14 villaggi. Rigoso è un antico borgo di confine tra Emilia, Toscana e Liguria. Per la sua posizione dominante sulle Corti vicine può vantare il primato di esserne stato il fulcro fino al 1353, tanto che l'Imperatore Enrico IV indicava questo territorio come le "Curtis Raygusii". Toscani, Liguri, Modenesi e Monchiesi passavano per il florido mercato del paese che permetteva gli scambi commerciali nei periodi estivi, prima che il freddo inverno appenninico chiudesse le vie di comunicazione al di là dei passi. La caratteristica di questi paesaggi è proprio conferita dalla vicinanza con il mare, che mitiga e inasprisce il clima generando habitat unici e carichi di biodiversità.

Rifugio Città di Sarzana e Rifugio Mariotti

Saremo ospitati in due rinomati rifugi di montagna, il Rifugio Città di Sarzana ed il Rifugio Mariotti: uno è una casetta di legno incastonata nei boschi sulla riva di un lago, sembrerà quasi di essere inciampati in una fiaba. Un rifugio in totale autosufficienza, con energia solare ed acqua di sorgente, senza strade di accesso ed ogni cosa viene trasportata al rifugio con lo zaino dall'instancabile Adriano. Il secondo è una struttura di sasso con un'importante storia sulle spalle, anch'esso affacciato sulle rive di un lago in una conca glaciale poco sotto il crinale. Entrambi dispongono di camerate accoglienti e gustose proposte gastronomiche che Marcello e Adriano sapranno proporci con proverbiale famigliarità. Qui si respira profumo di legno e di casa, per un weekend biowatching carico di emozioni e natura.

Foto di Adriano Maria Vitali.

Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano
  • VENERDÌ 17

    Arrivo a Rigoso entro le ore 14.00.

    Dettagli

    La nostra escursione avrà inizio a Rigoso, un antico borgo di confine tra Emilia e Toscana dove si intrecciano storie di cavalieri e contrabbandieri. Il cammino ci porterà sulle rive del Lago Squincio, uno dei 19 laghi del Parco, proprio ad un passo dal confine con la Toscana. Riprendiamo il sentiero al vicino Lago Paduli da cui nasce il torrente Enza, che, con un'aspra gola, separa la provincia di Parma da quella di Reggio Emilia. Raggiungiamo il terzo lago della giornata, proprio sotto la vetta di Monte Acuto, dove trascorreremo la notte in un accogliente rifugio in legno. Ore 19.30: cena in ristorante. Ore 21.00: presentazione di Biowatching.

    Foto di Cristiano Pignataro. 

  • Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano
  • SABATO 18

    Ore 8.00: colazione in rifugio. Lasciato il rifugio saliamo sul panoramico Monte Acuto 1.756m dove, con un po di fortuna, il nostro sguardo spazierà dalla Lunigiana fino al Mar Ligure, un panorama unico al cospetto degli antici cippi confinari. Attraverso pascoli di cavalli bradi ed intricati boschi di quota ritorniamo al Lago Paduli e poi a Rigoso per una gustosa sosta in una tipica trattoria.

    Dettagli

    Ore 13.00 pranzo tipico in trattoria.Ore 15.00 ci spostiamo nella vicina Val Parma con qualche sosta biowatching per osservare, con un po' di fortuna, la regina dell'Appennino: l'Aquila reale. Giunti alla piana di Lagdei ci addentriamo nel particolarissimo ambiente di torbiera prima di salire al rifugio tra le evidenze geologiche ed ecologiche dell'Appennino. Ore 19.30 Cena in rifugio. Ore 22.00 Passeggiata notturna sulle rive del Lago Santo che lambisce il rifugio ci porterà alla scoperta della vita dopo il crepuscolo, tra il canto dell'allocco e il frusciare dei ghiri tra gli alberi.

    Foto di Benedetta Pasquali. 

  • Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano
  • DOMENICA 19

    Ore 8.30: colazione in rifugio.

    Dettagli

    Ore 9.30: Escursione panoramica sull'Alta via dei Parchi per osservare la vita di quota e la conformazione appenninica tra Riserve naturali integrali ed habitat unici, al punto da permettere la presenza di alcuni endemismi tra cui la bellissima Primula appenninica. Rientro alla piana di Lagdei per il pranzo finale in rifugio. Ore 13.00 Pranzo in rifugio

    Foto di Benedetta Pasquali. 

  • Biowatching e trekking
    260
    3 giorni e 2 notti
  • 17/05/19
  • 19/05/19
  • Quota individuale di partecipazione: 260 €

    Quota per bambini fino ai 12 anni: 25 € a notte, trattamento mezza pensione

     

    La quota comprende

    La sistemazione avverrà in camerate con bagno in comune: è necessario portare il sacco-lenzuolo o sacco a pelo per dormire nei rifugi. 

    Numero di partecipanti: minimo 8, massimo 20 (variabile in funzione della disponibilità delle stanze. Il programma, inoltre, verrà attuato solo se sarà raggiunto il numero minimo di partecipanti).

    Prenotazioni fino a 15 giorni prima.

    Caparra del 25%.

    La rinuncia è possibile fino a 15 giorni prima dell'inizio del corso. Successive accettazioni su richiesta.

    La sera verranno proiettate immagini di biowatching e dei luoghi da visitare.

    A ogni partecipante verranno regalati i manuali Biowatching o Uccelli del Mediterraneo.

    Le escursioni descritte potrebbero subire variazioni in funzione del meteo e dell’andamento stagionale (per esempio, pioggia, nebbia, etc.).

    Le escursioni previste sono adatte alle famiglie con bambini di età consigliata superiore a 8 anni.

     

    La quota non comprende

    Spostamenti collettivi; tutte le altre spese non previste.

    ———————————————————————————————-

    Condizioni di polizza assicurazione medico bagaglio      clicca qui

    Condizione di polizza annullamento viaggio           clicca qui

    Condizioni generali contratto di vendita          clicca qui

    Biowatcher

    Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano Benedetta

    Agenzia Riferimento

    WWF TRAVEL

    Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano

    • Biowatching e trekking
    • 3 giorni e 2 notti
  • 17/05/19
  • 19/05/19
  • Info Appennino Tosco-Emiliano

    Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano