Italia

Valle del Taro

Valle del Taro

Perché questo evento è speciale?

L’alta Valle del Taro è un’ampia conca incastonata tra i monti alle spalle delle Cinque Terre, la Lunigiana ed i colli di Parma famosi per castelli e vigneti. Un manto ininterrotto di boschi di querce, castagni e faggi, interrotto solo qua e là da aspri spuntoni di rocce di antica origine magmatica, torrenti cristallini e praterie di fiori selvatici, percorse da voli di variopinte farfalle. In questi territorio selvaggio da tempo sono ritornati i lupi, attirati da una ricchissima fauna di erbivori: cinghiali, caprioli, daini e cervi. In questa zona si concentrano anche numerose specie di rapaci, tra cui l’aquila reale ed il biancone. Fiorisce una flora diversissima che, a pochi metri una dall’altra, mostra specie mediterranee e specie alpine relitte, come il pino mugo che qui ha la sua unica presenza tra le Alpi e le vette d’Abruzzo.

Foto di Guido Sardella.

L’Agriturismo Il Cielo di Strela

Saremo ospitati al Cielo di Strela, un agriturismo che sposa l’agricoltura biologica alla sostenibilità ambientale con una struttura eco compatibile che autoproduce la propria energia. Mario, proprietario e chef diplomato Alma, è un vulcano di idee che, oltre a produrre ottimi salumi, ricerca i migliori prodotti locali da proporre con una cucina che sposa tradizione e innovazione nel più prelibato dei modi.

Foto di Mario Marini. 

Valle del Taro
  • VENERDÌ 19

    Arrivo in struttura nel pomeriggio.

    Dettagli

    Presentazione di Biowatching per conoscere il programma e per un primo approccio agli habitat ed alle specie che incontreremo. Cena in agriturismo. Dopo cena escursione notturna nella vicina Riserva dei Ghirardi alla ricerca del curioso succiacapre, un uccello notturno dallo strano canto meccanico, con possibilità di osservare cervi volanti e qualche lucciola tardiva.

    Foto di Guido Sardella. 

  • Valle del Taro
  • SABATO 20

    Sveglia comoda, colazione e trasferimento in auto propria verso il passo del Tomarlo, sul crinale tra le province di Genova, Parma e Piacenza, dove parcheggeremo le auto in località Prato piccolo del M. Nero.

    Dettagli

    La zona è Sito di Importanza Comunitaria, famoso per la stazione di Pino mugo e la abetina di abete bianchi ultrasecolari, e ricchissimo di flora alpina tra cui la stazione più meridionale del raro Garofanino superbo, farfalle come l’Apollo e uccelli montani tra cui una consistente popolazione di Passera scopatola dalle curiose abitudini riproduttive. Escursione a piedi in direzione del Prato Grande e salita sul Monte Nero; pranzo al sacco in vetta e ritorno. Cena in agriturismo, seguita da osservazione del cielo stellato.

    Foto di Guido Sardella. 

  • Valle del Taro
  • DOMENICA 21

    Sveglia entro le ore 7:30, colazione, check out e poi trasferimento in auto al Centro Visite della Oasi WWF dei Ghirardi.

    Dettagli

    Uscita dedicata alla biodiversità dei pascoli, e incontro con i pastori Elena e Roby che gestiscono i pascoli dell’oasi con il loro gregge misto di capre, pecore, mucche e cavalli. Breve escursione attraverso il bosco di querce scoprendo le specie di alberi e arbusti della bassa montagna appenninica, prestando attenzione ai segni degli animali (galle di cinipedi bucate dai picchi, tracce di ungulati, canti degli uccelli tra cui il luì bianco, specie rara in Italia ma comunissimo nell’Oasi), per poi arrivare nel pascolo, abitato da farfalle, mantidi, ramarri. Incontro con i cani maremmani abruzzesi che proteggono il gregge dalla predazione, e osservazione del lavoro del border collie Don che muove il gregge secondo le indicazioni di Roby. Per finire pranzo a buffet con i prodotti dell’azienda. Al termine, saluti e partenze per le proprie destinazioni.

    Foto di Marcello Riccardo Fedi.

  • Biowatching e natura
    290
    3 giorni e 2 notti
  • 19/07/19
  • 21/07/19
  • Quota individuale di partecipazione: 290 €

    Bambini da 8 a 11 anni: riduzione di 10 €  

     

    La quota comprende

    Il trattamento all'agriturismo Il cielo di Strela comprende due cene, due pernottamenti con colazione e il pranzo al sacco sabato.

    Numero di partecipanti: minimo 8, massimo 14 (variabile in funzione della disponibilità delle stanze. Il programma, inoltre, verrà attuato solo se sarà raggiunto il numero minimo di partecipanti).

    Prenotazioni fino a 15 giorni prima.

    Caparra del 25%.

    La rinuncia è possibile fino a 15 giorni prima dell'inizio del corso. Successive accettazioni su richiesta.

    La sera verranno proiettate immagini di biowatching e dei luoghi da visitare.

    A ogni partecipante verranno regalati i manuali Biowatching o Uccelli del Mediterraneo.

    Le escursioni descritte potrebbero subire variazioni in funzione del meteo e dell’andamento stagionale (per esempio, pioggia, nuvolosità ad alta quota, etc.).

    Le escursioni previste sono adatte alle famiglie con bambini di età consigliata superiore a 8 anni.

     

    La quota non comprende

    Spostamenti collettivi; noleggio attrezzature; tutte le altre spese non previste.

    ———————————————————————————————-

    Condizioni di polizza assicurazione medico bagaglio      clicca qui

    Condizione di polizza annullamento viaggio           clicca qui

    Condizioni generali contratto di vendita          clicca qui

    Biowatcher

    Valle del Taro Guido

    Agenzia Riferimento

    WWF TRAVEL

    Valle del Taro

    • Biowatching e natura
    • 3 giorni e 2 notti
  • 19/07/19
  • 21/07/19
  • Per poter proseguire, accetta i Termini e Condizioni di Servizio
    Termini e condizioni

    Info Valle del Taro

    Valle del Taro